Gravidanza gemellare: un’attesa straordinaria

Gravidanza gemellare: un’attesa straordinaria

La gravidanza gemellare è un evento straordinario, ormai sempre più diffuso, che richiede qualche precauzione in più perché presenta diversi rischi. Molti di questi sono legati al momento del parto. Con dei gemelli, infatti, aumenta la possibilità di avere un parto prematuro, perché l’utero non ha abbastanza spazio per ospitare e far crescere due o più di due gemelli. Spesso poi, i gemelli assumono posizioni diverse, ed è molto alta la probabilità di un parto podalico. Se più di un feto si presenta podalico, e cioè con il sedere che si presenta per primo all’uscita dal canale del parto, è altamente probabile che la mamma debba essere sottoposta a un parto cesareo. Quando si aspettano dei gemelli, il riposo è indispensabile. Bisogna sdraiarsi spesso, riposarsi, farsi aiutare per i lavori domestici, senza esitare a chiedere aiuto ai propri cari. Bisogna accettare la maternità anticipata se il medico la raccomanda. Le visite ginecologiche sono più frequenti: ogni 15 giorni a partire dal sesto mese, se la gravidanza procede normalmente, anche prima se c’è un problema o una preoccupazione qualsiasi. Sottomettersi scrupolosamente alle analisi mediche che vengono prescritte, soprattutto le analisi delle urine, a causa del rischio di aumento del tasso di albumina. Il medico darà forse una dieta specifica, per evitare un aumento di peso eccessivo, che farebbe male sia ai bambini che alla madre. Anche questa dieta è da seguire accuratamente. Per quanto riguarda il parto invece, avviene, quasi sicuramente prima della data prevista: è addirittura probabile che il medico proponga di indurre il parto alla trentanovesima settimana circa. Questo per assicurare le migliori condizioni possibili per mamma e bambini. È importante scegliere bene dove partorire, trovando un posto che abbia un reparto chirurgia nel caso si debba ricorrere a un cesareo, e un servizio di rianimazione. È importante più che mai seguire un corso preparto. Un aiuto prezioso, soprattutto tra un’ecografia e l’altra, è farsi controllare da un’ostetrica a casa di tanto in tanto, per seguire lo svolgimento della gestazione.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Tu cosa ne pensi?